Indietro

L'autonoma sistemazione

 Le famiglie costrette ad abbandonare le proprie abitazioni distrutte o dichiarate inagibili all’indomani del terremoto del 1997 hanno potuto godere di un contributo finanziario cosiddetto di 'autonoma sistemazione' allorchè abbiano trovato soluzioni abitative autonome alternative a quelle predisposte durante l'emergenza.

Il contributo per l’autonoma sistemazione ha consentito di far fronte efficacemente al disagio abitativo e circa il 60% delle famiglie senza più una casa hanno così potuto evitare il ricorso ai containers.

Tale contributo è concesso ai seguenti soggetti:

  • nuclei familiari evacuati a seguito di ordinanza sindacale di sgombero ed è erogato per un importo pari a a €. 129,11 per persona/mese fino ad un massimo di €. 309,87 per nucleo familiare/mese.
  • soggetti ospitati in comunità evacuati nella misura di €. 77,47 per persona/mese.

Superata la fase dell’emergenza il contributo è stato esteso nella fase ricostruttiva, con le stesse modalità, anche ai nuclei familiari che si sistemano autonomamente per il periodo di esecuzione dei lavori di riparazione degli edifici danneggiati (L. 61/98 – Ord.Minist.le 2947/99).

Contributo analogo, ma rapportato alla superficie ove viene svolta l’attività, è concesso alle aziende commerciali o artigianali che trasferiscono l’attività per il periodo necessario per eseguire i lavori di ristrutturazione.

Dal 01/01/2002 il contributo viene regolato dall’Ordinanza Commissariale n.78 del 19 luglio 2002 e viene erogato solamente ai soggetti che hanno trovato una sistemazione autonoma onerosa o che vengono ospitati da parenti entro il IV grado.

 

Per l'ammontare degli aiuti vai alla sezione "Cifre - Contributi per autonoma sistemazione"

    HomeLa genteLe soluzioni abitativeL'autonoma sistemazione

    Copyright 2007 - Regione Umbria - P.IVA 01212820540